Liturgia

La Commissione Liturgica

La liturgia si puliturgiaò definire il culto ufficiale reso a Dio dalla Chiesa unita al suo Capo, Gesù Cristo. Essa celebra Gesù Cristo e il suo mistero: il mistero di Dio fattosi uomo, morto, risorto e presente nella vita di ciascuno di noi. I gesti di chi celebra, acquistano significato ed efficacia per opera di Cristo, vero protagonista della liturgia, attorno al quale ci raccogliamo anche noi, partecipando attivamente con tutta la nostra persona, con fede, pietà e consapevolezza. Allora l’azione liturgica diventa un momento privilegiato per incontrarci con Dio.
In seno al Consiglio pastorale parrocchiale, è stata costituita la Commissione Liturgica, con lo scopo di individuare attività e strumenti che possano far crescere nella comunità il senso liturgico, offrendo, per quanto possibile, celebrazioni dignitosamente svolte con sobria solennità, alle quali l’assemblea possa partecipare con attiva attenzione.
Poiché l’Eucaristia è fonte e culmine della vita cristiana, l’attività della commissione si rivolge in gran parte all’animazione delle Messe domenicali e festive. Perciò predispone: – l’accoglienza ed un’introduzione alla celebrazione eucaristica;
– il foglio che riporta le parti variabili della Messa, un pensiero di autori noti o del magistero ecclesiastico che possa guidare durante la settimana, e gli avvisi sulle attività e proposte per la vita spirituale o aggregativa della comunità;
– le intenzioni per la preghiera universale come voce della comunità. Nelle solennità e nel triduo pasquale, propone note esplicative dello svolgimento delle celebrazioni, effettua la scelta dei canti e delle offerte, e affida preventivamente gli incarichi agli animatori, ai lettori, ai componenti la processione offertoriale.
La Commissione organizza le celebrazioni comunitarie del sacramento della riconciliazione (nella solennità di Tutti i Santi, in prossimità del Natale e di Pasqua), proponendo schemi di esame di coscienza, che sono distribuiti ai partecipanti, ispirati dalle letture bibliche scelte in sintonia del tempo liturgico, nell’intento di far emergere la dimensione comunitaria del peccato e dell’accoglienza del perdono. (Le ultime tre sono leggibili in allegato). Anima anche la liturgia delle ore, che accomuna i fedeli con i sacerdoti e con i religiosi nella preghiera ufficiale della Chiesa, nei giorni feriali, prima della Messa delle ore 8, con la preghiera di “Lodi”, e, con maggior solennità, alle ore 18 nei lunedì, martedì e mercoledì di quaresima il “Vespro” durante il quale una breve introduzione ai salmi tende a rendere la preghiera più attenta a partecipata.
Durante la quaresima propone l’esercizio della Via Crucis, tutti i venerdì alle ore 17.45.